Buzz in the Attic

Nome Condominio e indirizzo Buzz in the attic, via 4 Novembre 6
Città – Provincia Padova (Pd)
Informazioni Condominio Costruito nel 1911, composto da 4 piani con 7 appartamenti
Interventi di efficentamento energetico Negli anni 90 l’impianto di riscaldamento è stato modificato da “centrale” ad autonomo
Attività di sharing economy
  • “Collaborazione” per spostamenti in città
  • Distributore di acqua
  • Gruppo di Acquisto frutta e ortaggi da distributori locali e non solo
  • Incontri culturali mensili aperti alla città
  • Organizzazione di visite a musei in città e fuori porta
  • Wifi condiviso
Spazi per la sharing economy
  • Box personali
  • Soffitta con un’ampia area comune
I “guadagni”
dei condomini  
Sociali: Uscite collettive per visitare mostre, cene e pranzi e colazioni condivise. Incontro e scambio con persone che non abitano il condominio attraverso le serate e tema.

Ambientali: Meno impatto ambientale nella condivisione di molti strumenti come il wifi (un solo modem e abbonamento), un solo trasporto per tutti di acqua in bottiglia di vetro, frutta e ortaggi, un solo acquisto di strumenti per il bricolage.

Parola ai condomini… Silvia: “Si tratta di immaginare un mondo in cui ci si emoziona e si ricerca insieme e si immagina insieme. Lo facciamo così, dalle nostre case in un condominio di Padova, portando desideri e sogni e mescolandoli a quelli degli ospiti, ritrovandoci nella soffitta condominiale. Silvia, Marzia, Antonello, Giorgio, Carlo, Paola… I nostri nomi; Buzz in the Attic il nome che abbiamo dato al modo per ospitare nei nostri luoghi domestici serate di piacevole conversazione con liberi pensatori e 30 ospiti su passaparola. Stiamo provando a costruire un modo di vivere libero! Il condominio per storia e natura non è una comunità epistemica. Non ci siamo scelti e non abbiamo lo stesso sogno. Ma si può coltivare anche qui una comunità condividendo riflessioni, aggregandoci facendo entrare il nuovo e accompagnando fuori dalla porta il vecchio: mi riferisco ad abitudini e linguaggi.
Buzz in the Attic utilizza il design come strumento per ridisegnare il territorio condominiale-domestico agendo nella cultura e nella qualità di vita attraverso l’incontro e lo scambio di idee demarcando con precisione quello che si vuole da quello che si vuole abbandonare.
Noi lo facciamo dalla nostra soffitta condominiale. Ogni mese dei liberi pensatori mettono a disposizione del tempo e condividono in piacevoli e teatrali conversazioni il loro personale pensiero su una vasta gamma di argomenti che comprendono scienza, arte, architettura, musica, letteratura, design… Abbiamo 30 sedie disponibili per chi desidera esserci, davvero, dal vero. Un invito ad aprire i nostri luoghi privati e a renderli partecipativi ma soprattutto VIVI.”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *