Sportelli energia G.A.S.
Cerca nel sito

10/07/2017

Regione Calabria: pubblicato bando da 35 milioni di euro per l’efficienza energetica dell’illuminazione pubblica

La Regione Calabria ha pubblicato un bando da 35.000.000 euro, di cui 20.000.000 per la prima linea di intervento e 15.000.000 per la seconda, per l’efficientamento energetico dell’illuminazione pubblica nei Comuni calabresi.

Beneficiari: Comuni e Unioni di Comuni (ad eccezione di Cosenza, Rende, Catanzaro e Reggio Calabria, in quanto Organismi Intermedi della Strategia Urbana Sostenibile).

Linee di intervento. La prima linea di intervento prevede la riduzione dei consumi energetici negli impianti di illuminazione pubblica dei Comuni che alla data di presentazione della domanda abbiano già affidato il servizio integrato di conduzione, gestione e manutenzione degli impianti di illuminazione pubblica, finanziando interventi ulteriori rispetto a quelli già previsti nel contratto base. La seconda linea si basa sulla realizzazione di interventi di efficientamento energetico dell’illuminazione pubblica dei Comuni che alla data di presentazione della domanda non abbiano in corso affidamenti del servizio integrato di conduzione, gestione e manutenzione degli impianti di illuminazione pubblica e che intendano ammodernare gli impianti stessi tramite:
●      un appalto pubblico di lavori, per come definito dall’art. 3 lettera ll) del D. Lgs. n. 50/2016, ovvero,
●      l'affidamento di un appalto secondo il modello EPC (Energy Performance Contract) ad una ESCo certificata secondo la norma UNI CEI 11352.

il finanziamento avviene solamente su una sola linea di intervento e tale scelta (prima linea o seconda linea) sarà effettuata prima della stipula della convenzione.

Interventi ammessi:
- interventi di risparmio energetico (sostituzione di apparecchi di illuminazione con altri a maggiore efficienza;  installazione di regolatori di flusso; installazione di stabilizzatori di tensione; ecc. );
- interventi di adeguamento tecnologico (sistemi di telecontrollo; sistemi di telegestione: ecc);
- interventi di evoluzione tecnologica per l’erogazione di servizi "orientati alle smart cities" nel limite massimo del 5% del totale del contributo (soluzioni orientate al controllo del traffico, al controllo meteo o dell’inquinamento, ecc.).

spese ammessibili:
- Spese direttamente connesse alla realizzazione degli interventi;
- IVA, se non recuperabile dal beneficiario;
- ulteriori spese (generali,  tecniche, ecc.) connesse alla realizzazione degli interventi nel limite massimo del 7 % del totale del contributo per la Prima Linea e del 15 % per la Seconda Linea del totale del contributo.

Contributi. La prima linea di intervento prevede la copertura totale delle spese ammissibili tenendo conto che per i comuni  di Crotone, Vibo Valentia, Corigliano, Rossano, Lamezia Terme, Gioia Tauro, Rosarno e San Ferdinando (i Comuni inclusi nella Strategia per lo Sviluppo Urbano Sostenibile delle Aree di Dimensioni Inferiori)  il tetto massimo ammesso è di 1.000.000,00€ mentre per gli altri comuni calabresi è di  500.000,00€. Invece per la seconda linea di intervento si ha sempre la copertura totale delle spese ammissibili con un tetto massimo di 300.000,00€ per Crotone, Vibo Valentia, Corigliano, Rossano, Lamezia Terme, Gioia Tauro, Rosarno e San Ferdinando (i Comuni inclusi nella Strategia per lo Sviluppo Urbano Sostenibile delle Aree di Dimensioni Inferiori) e 150.000,00 per gli altri Comuni calabresi.

Presentazione istanze:
- apertura ore 8:00 del 20 luglio 2017, chiusura ore 20:00 del 16 gennaio 2018 (Prima Linea di Intervento).
- apertura ore 8:00 del 20 luglio 2017, chiusura alle ore 20:00 del 18 settembre 2017 (Seconda Linea di Intervento).

per maggiori info consultare il bando